Home

Lamina cribrosa nervo ottico

OTTICO, NERVO. - I nervi ottici in numero di due formano il 2° paio di nervi cranici. Le fibre nervose che lo costituiscono si originano, nella massima parte, dalle cellule ganglionari retiniche e, convergendo verso la papilla ottica, dànno luogo alla formazione del tronco nervoso. Questo, attraversata la lamina cribrosa, si continua posteriormente nella piramide orbitaria, e, arrivato all. La papilla ottica, situata nella parte ottica della retina, è l'emergenza del nervo ottico all'interno del bulbo oculare e raccoglie tutti gli assoni che originano dai fotorecettori della retina. Tali fibre nervose, inizialmente amieliniche, acquistano la guaina mielinica al loro passaggio attraverso la lamina cribrosa

OTTICO, NERVO in Enciclopedia Italian

La lamina cribrosa LC fa parte del tessuto sclerale. E' la sede anatomica dove si ritiene avvenga il danno da IOP elevata agli assoni delle cellule ganglionari retiniche RGC Retinal Ganglion Cells (Fig. 1a, 1b). Con l'av- vento dei nuovi device Hi-Tech la LC è oggetto di rin- novati e interessanti studi Vascolarizzazione del nervo ottico-Parte intraoculare: -porzione laminare (lamina cribrosa): rami delle aa. ciliari posteriori brevi (circolo arterioso di Zinn-Haller) non costituirebbe una struttura anatomica ben precisa, ma, quando presente, un'anastomosi funzionale circolar PAPILLA ottica. - È la zona di espansione del nervo ottico nel punto in cui questo penetra nell'occhio e si continua nella membrana retinica. Ha l'aspetto di un disco biancastro, rotondeggiante o leggermente ovalare, con il massimo diametro verticale. Essa non corrisponde esattamente al polo posteriore del globo oculare ma, rispetto a questo, è situata un poco all'interno e in basso La zona di minor spessore è a livello del punto di uscita delle fibre del nervo ottico: questa zona a forma di diaframma circolare crivellato da numerosi orifizi, prende il nome di lamina cribrosa della sclera; sul suo contorno la sclera continua con la guaina del nervo ottico nervo ottico fino al margine pupillare dell'iride. Ricezione degli stimoli luminosi e trasformazione in segnali nervosi che, quindi Attraversata la lamina cribrosa le fibre danno origine al tratto intraorbitario del nervo, lungo circa 2,5 cm Decorre al centro del cono formato dai muscoli ocular

Nella porzione intracranica, lunga circa 10 mm, il nervo raggiunge il chiasma ottico, al davanti della sella turcica. In questo tratto, esso perde il rivestimento durale e rimane circondato soltanto dall'aracnoide e dalla pia madre La sua funzione è quella di recepire gli stimoli olfattivi che giungono nelle cavità nasali e trasportarli all' encefalo sotto forma di impulsi elettrici. È uno dei più corti nervi sensoriali

Nervo ottico - Ottica Campagnacc

Un ruolo importante viene inoltre attribuito alla lamina cribrosa, regione del nervo in cui gli assoni sono sottoposti a un particolare stress energetico in quanto ancora sprovvisti di guaina mielinica e obbligati a passare negli stretti spazi delimitati dalle septae delle lamina stessa Il glaucoma a bassa pressione è una neurotticopatia progressiva che comporta un' accelerata morte delle cellule ganglionari. Per glaucoma a bassa pressione si intende una forma di glaucoma cronico ad angolo aperto con gravi danni al campo visivo anche a pressione intra-oculare normale.. In Italia rappresenta il 30% di tutte le forme dii glaucoma ad angolo aperto Fessura etmoidale o nasale →scavata nella lamina cribrosa dell'etmoide, contiene un prolungamento della dura madre; Foro etmoidale anteriore→ situato esternamente alla fessura etmoidale, compreso tra le masse laterali dell'etmoide e il frontale. Consente la comunicazione tra l'orbita e il piano anteriore Il nervo terminale (0), è un sottile plesso di fibre associato alla dura e alla lamina terminale che decorre rostralmente al nervo olfattivo, con proiezioni attraverso la lamina cribriforme. Il nervo olfattivo (I), in realtà composto da molte piccole fibre nervose separate, passa attraverso perforazioni nella parte della lamina cribrosa dell' osso etmoide

Queste sono fibre amieliniche. L'origine reale di questo nervo è dunque nella mucosa olfattiva mentre l'origine apparente è rappresentata dai filuzzi olfattivi che emergono dalla lamina cribrosa dell'etmoide e si portano al bulbo olfattivo portando segnali sensitivi viscerali Vascolarizzazione del nervo ottico-Parte intraoculare: -porzione laminare (lamina cribrosa): rami delle aa. ciliari posteriori brevi (circolo arterioso di Zinn-Haller) non costituirebbe una struttura anatomica ben precisa, ma, quando presente, un'anastomosi funzionale circolare (incompleta) tra diverse aa. ciliari posteriori ch lamina cribrosa attraverso. FAQ. Cerca informazioni mediche. Italiano. English Español Português Français Italiano Malattie Del Nervo Ottico Glaucoma Glaucoma Ad Angolo Aperto Otorrea Del Fluido Cerebrospinale Ipertensione Oculare Glalucoma Ad Angolo Chiuso Modelli Animali Di Malattia

retinica insieme alla non perfusione della testa del nervo ottico, con aumento del leakage in relazione ai cambia-menti strutturali della lamina cribrosa e della vascola-rizzazione delle fibre ottiche [2]. I dati forniti dalla FA, inoltre, rivelano in prevalenza tempi aumentati del passaggio arterovenoso nei glau NERVO OLFATTIVO (sensitivo) Origine reale: cellule olfattive della mucosa olfattiva Origine apparente: ingresso dei filamenti olfattivi nei forami della lamina cribrosa. è costituito da 15-20 filamenti olfattivi; NERVO OTTICO (sensitivo) Origine reale: cellule gangliari della retina Origine apparente: chiasma ottico

PAPILLA ottica in Enciclopedia Italian

Atrofia del nervo ottico. L'atrofia del nervo ottico è la morte dei tessuti del nervo che porta le informazioni riguardanti la vista dall'occhio al cervello. CAUSE: Ci sono molte cause non correlate di atrofia ottica.La causa più comune è il flusso di sangue scarso, chiamato neuropatia ottica ischemica, che più spesso colpisce gli anziani.Il nervo ottico può essere danneggiato da urti. Leggi la voce NERVO OTTICO sul Dizionario della Salute. NERVO OTTICO: definizione, ultime notizie, immagini e video dal dizionario medico del Corriere della Sera

Sclera - Medicinapertutti

Lo studio ha analizzato una piccola parte dell'occhio, la lamina cribrosa, che si trova tra la retina e il nervo ottico. In un millimetro di tessuto, il Dr. Bernstein e il suo team sono riusciti a selezionare e far riprodurre le neural stem/progenitor cells Papilledema • Rigonfiamento del nervo ottico: Ostacolo al trasporto assoplasmatico e accumulo di liquido a livello della lamina cribrosa per incremento della pressione liquorale che circonda i nervi ottici nella regione retrolaminare a causa di elevata pressione intracranic

Nervo Ottico e vie ottich

Il nervo trigemino è il V paio di nervi cranici. È un nervo misto somatico costituito prevalentemente da fibre sensitive somatiche e da un piccolo contingente di fibre motorie. Questi due componenti emergono direttamente dal nevrasse come due radici distinte: la radice sensitiva, più voluminosa, laterale rispetto a quella motrice ed appiattita in senso anteroposteriore, mette capo al. • I Olfattivo→nervo puramente sensitivo, i rami del quale attraversano la lamina cribrosa dell'etmoide; • II Ottico→nervo puramente sensitivo, esce dal cranio attraverso il forame ottico. Nervo completamente mielinizzato e, pertanto, definito vera e propria estrinsecazione del SNC Ci sono dodici paia di nervi cranici. I loro nuclei, ad eccezione del nervo olfattivo e del nervo ottico, (lamina cribrosa dell'etmoide) per formare il nervo olfattivo propriamente detto. La giunzione sinaptica avviene nei bulbi olfattivi destro e sinistro,.

Nervo ottico - Medicinapertutti

  1. a cribrosa provengono spostamento e compressione delle fibre del nervo ottico è disturbato dal plasma attuali spazi perineurale sviluppano ischemia cronica del nervo ottico, che porta ad atrofia gliale
  2. a nel telencefalo
  3. a cribrosa del nervo ottico è embriologicamente neuroectoderma, ma il mesenchima ha origine dalla cresta neurale. Poiché lo stroma corneale, l'endotelio corneale, la la

Nervo olfattivo - Wikipedi

  1. Appunti di anatomia umana sull'anatomia del cuore basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni della prof.ssa Vetuschi dell'università degli Studi de L'Aquila - Univaq
  2. a cribrosa: Nervo olfattivo (I) Forame ottico: Nervo ottico (II) Fessura orbitaria superiore: Oculomotore (III) Trocleare (IV) Abducente (VI) Trige
  3. Il nervo ottico è un nervo esclusivamente sensoriale che assicura la visione. Origina dalle cellule gangliari della retina ed i loro assoni emergono dal polo posteriore del bulbo oculare. Nella sua porzione intraorbitaria, sulla faccia laterale del nervo ottico si appoggia il ganglio ciliare (nervo oculomotore)

Tramite i forellini della lamina cribrosa etmoidale raggiunge la fossa nasale, al cui livello si divide nei rami nasali interni per la tonaca mucosa della parte anteriore delle pareti nasali media e laterale, e ramo nasale esterno che, discendendo lungo la faccia posteriore dell'osso nasale raggiunge la cute della ala del naso alla quale si distribuisce Alla sua base, invece, origina un assone (non mostrato) che attraverserà la lamina cribrosa dell'etmoide per raggiungere il bulbo olfattivo (telencefalo) all'interno della scatola cranica e concorrendo a formare il I nervo cranico (nervo olfattivo). Em-Eo 630 I placodi. Alla chiusura del tubo neurale e per induzione di questo, compaiono sull'ectoderma di rivestimento, in aree ben localizzate, coppie di ispessimenti detti placodi (placode olfattorio, del cristallino, otico ed epibranchiale) legati alla formazione di organi di senso. I placodi evolvono in fossette e quindi vescicole che si approfondano, si rendono indipendenti dell'epiblasto e si. Rappresenta il primo tratto delle vie ottiche. Origina dalla confluenza degli assoni delle cellule. ganglionari. Gli assoni delle cellule ganglionari formano un angolo. di 90° per uscire dal globo oculare. ANATOMIA. Retina e coroide si interrompono bruscamente a livello. del punto di emergenza del nervo ottico. La lamina cribrosa serve da.

Nervo Olfattivo I Nervo cranico: origine, funzione e decors

ANATOMIA Retina e coroide si interrompono bruscamente a livello del punto di emergenza del nervo ottico La lamina cribrosa serve da tessuto di sostegno Lunghezza: 45-50 mm Larghezza: 3-4 mm. Costituito da oltre 1 milione di bre ANATOMIA: DECORSO Porzione intraoculare Porzione intraorbitaria Porzione intracanalicolare Porzione intracranic corrispondenza della lamina cribrosa nel canale sclerale. Teoria vascolare del danno Secondo tale teoria nel glaucoma avremmo da un lato una rarefazione della rete capillare arteriosa della testa del nervo ottico conseguente allo stress meccanico indotto da una IOP elevata, dall' altro una incapacità dei vasi della testa del nervo ottico di. lamina!papiracea,!la!porzione!posteroAsuperioredelsetto!nasaleosseo! con!la!lamina!perpendicolare,la!volta!!e!le!paretilateralinasalicon!i labirinti!etmoidali!e!iltetto!dell'etmoide!con!la!lamina!cribrosa.! Ilabirinti!etmoidali!sono!rappresentati!da!due!masse!laterali!composte! da un complesso di! cavità pneumatiche con pareti! sot tili,! le.

Sezione del nervo ottico a livello papillare (da Rauber Kopsch). 1) escavazione della papilla ottica; 2) arteria centrale della retina; 3) vena centrale della retina; 4) lamina cribrosa della sclera; 5) guaina piale; 6) guaina aracnoidale; 7) guaina durale;)sclera; 9) coroide; 10) retina ancora minore nella lamina cribrosa e quasi nessuno nel nervo ottico retrolaminare [24]. In aggiunta a questo deflusso del fluido dal corpo vitreo verso la testa del nervo ottico, alcuni studi hanno stabilito l'esistenza di un flusso di fluido dallo spazio subaracnoideo del nervo ottico verso il nervo ottico e la testa del nervo [24,25,27,28] Il nervo ottico - lungo circa Il nervo ottico è il nervo che trasmette le informazioni visive dalla retina al cervello. La lamina cribrosa prende posto nella incisura etmoidale Caspar Bartholin il Vecchio. Caspar Bartholin fu il primo ad aver descritto il nervo olfattivo

Nervi craniciNervo ottico - Ottica Campagnacci

In realtà, il forame ottico, è in parte chiuso da un diaframma fibro-elastico bucherellato: la lamina cribrosa, attraversata dai fasci di fibre del nervo ottico È la parte anteriore della base della faccia interna del cranio. È delimitata anteriormente dalla squama (o porzione verticale) dell'osso frontale e indietro dal margine posteriore delle piccole ali dello sfenoide e dal solco del chiasma ottico. È costituita da: faccia endocranica e bozze orbitarie del frontale, la lamina cribrosa e crista galli dell'etmoide, parte del corpo e piccole ali.

II nervo cranico o nervo ottico. E' un nervo sensitivo che porta gli impulsi nervosi derivanti dal sistema visivo. Poco dopo essere entratonella cavitàcranica, attraversoil foro ottico, le fibre si incrociano parzialmente nel chiasma ottico. La decussazione interessa unicamente le fibre che provengono dalla metà nasale delle due retine Il nervo ottico contiene più di 1 milione di assoni di cellule gangliari della retina, La parte centrale del disco, di regola, è più chiara, perché non ci sono assoni, la lamina cribrosa (la piastra reticolata), che è più profonda , traspare . Il tessuto tra lo scavo fisiologico e i bordi del disco è la banda neurooretinica. All'interno della papilla ottica si trova la lamina cribrosa, una membrana elastica costituita da fasci di fibre provenienti dalla sclera, frammiste ad astrociti, che si incrociano a livello dell'orifizio del nervo ottico e formano piccoli fori attraverso i quali passano gli assoni delle cellule ganglionari

Foro Giugulare: nervi glossofaringeo (IX), vago (X), accessorio (XI), vena giugulare ( o meglio seno sigmoideo), arteria meningea posteriore. Foro Lacero (anteriore): è ricoperto da una lamina che lo tappa. a volte ci passa 1 piccola arteria insulsa di cui non mi ricordo il nome . Lamina Cribrosa: filuzzi del nervo olfattiv Sistema nervoso periferico di relazione - autonomo nervi cranici Sistema nervoso Centrale nevrasse Periferico nervi cranici- gangli encefalo Midollo spinale Motori-efferenti sensitivi-afferenti Cerebro-spinali simpatici Sistema vita di relazione :nevrasse + nervi motori e sensitivi Sistema vita vegetativa, autonomo:simpatico e parasimpatico I nervi cranici o encefalici hanno origine nell.

SOI opera per. Favorire e sostenere il progresso scientifico in oftalmologia, difendendo i principi etici e deontologici del medico oculista Affermare il diritto primario di accesso alla cura e la qualit delle prestazioni specialistiche.. SOI è garante degli standard di eccellenza che portano l'oculistica italiana ad essere considerata tra le migliori al mondo Nel punto di uscita dal bulbo oculare tali fibre nervose attraversano la lamina cribrosa, una struttura formata da maglie di tessuto connettivale disposte a reticolo che se alterate nella loro..

Osso impari e mediano che prende parte alla costituzione della base cranica e delle pareti delle cavità nasali e orbitarie. Si articola con porzione basilare dell'occipitale, etmoide, palatino, frontale, vomere, mascellari e parietali. E' costituito da un corpo, 2 coppie di prolungamenti laminari, piccole e grandi ali, e da due processi pterigoidei Questa porzione composta dagli assoni delle CGR nella loro porzione di transizione dalla retina superficiale alla parte neuronale del nervo ottico. Dietro a questa si trova la regione prelaminare, in continuit con la sclera, con la lamina cribrosa, costituita da tessuto fenestrato che permette il passaggio delle fibre nervose Appunti - tabella di riassunto completa sulle articolazioni - anatomia 1 - a.a. 2015/2016 Appunti, lezione 24 - triangolo femorale - fossa poplitea - canale degli adduttori - anatomia 1 - a.a. 2015/2016 Appunti, lezione 12 - vene epatiche e vene minori - anatomia 1 - a.a. 2015/2016 Appunti, lezione 9 - canale inguinale - anatomia 1 - a.a. 2015/2016 Appunti, lezione 18 - plesso cervicale. La papilla ottica è l'emergenza del nervo ottico all'interno del bulbo oculare e raccoglie tutti gli assoni che originano dai fotorecettori della retina.Tali fibre nervose, inizialmente amieliniche, acquistano la guaina mielinica al loro passaggio attraverso la lamina cribrosa.. È definito come il punto cieco della retina Nervo ottico e vie ottiche - Studio Oculistico dott. Amedeo Lucent

Video: Atrofia Ottica di Leber - Malattie Rar

Il glaucoma a bassa pressione è una neurotticopatia

  1. a cribrosa, la crista galli e i fori etmoidali. Il frontale presenta, Lo sfenoide è caratterizzato dalla presenza del solco del chiasma ottico per il nervo ottico; il foro ottico per il nervo ottico stesso e l'arteria oftalmica, le docce olfattive per i tratti olfattivi
  2. Glaucoma: le dimensioni del problema. Il glaucoma rappresenta un gruppo di patologie oculari nelle quali il danno si esprime attraverso una progressiva perdita di fibre nervose del nervo ottico, con la conseguente riduzione del campo visivo.. Nel 1996 l'American Academy of Ophthalmology ha proposto una nuova definizione di Glaucoma Primario ad Angolo Aperto (POAG): una neurotticopatia.
  3. a cribrosa della sclera Area posteriore e circolare della sclera, perforata dai fascicoli nervosi del nervo ottico. È la parte più debole della sclera e può piegarsi in fuori se la pressione intraoculare aumenta. Al centro dell'area c'è una grande apertura per l '.
  4. are • passano attraverso fenestrature della la
  5. a cribrosa dell'etmoide, che permette l'entrata del nervo olfattivo nel bulbo

Fori della Base Cranica: descrizione e posizione anatomic

  1. a cribrosa etmoidale, dal corpo dello sfenoide e dalle ali del vomere
  2. o VI abducente VII Facciale VIII Vestibolococleare IX glossofaringeo X vago XI accessorio XII ipoglosso Canali di uscita La
  3. Cos'è l'Etmoide? L'etmoide, od osso etmoide, è un osso impari del cranio, noto per formare la parete mediale (o parete interna) delle orbite oculari, parte della cavità nasale e parte del setto nasale. Dalla forma cubica, l'etmoide è uno degli 8 elementi ossei che costituiscono il cosiddetto neurocranio (o scatola cranica); il neurocranio è il complesso scheletrico superiore del cranio, a.
  4. a cribrosa
  5. a cribrosa, danno da glutam - 2 Figura 1. Danno alla testa del nervo ottico. 012 24 36 48 60 72 84 96108 P r o g r e s s i o n e (%) 100 80 60 40 20 0 Follow-up (mesi) EMGT Non trattati Trattati Figura 2. Frequenza di progressione del glaucoma
  6. a cribrosa è chiaramente visibile in fondo alla escavazione fisiologica e la retina, generalmente, ha un aspetto normale. Nell' atrofia ottica secondaria (generalmente provocata da patologie della testa del nervo ottico), il disco è di colore bianco sporco con i margini irregolari, indistinti ed è ricoperto da un tessuto gliale che nasconde la la

Dalle cellule olfattive partono piccoli filuzzi nervosi, che attraversano, appunto, la lamina cribrosa e si portano al cervello nel bulbo olfattivo, laddove parte il nervo vero e proprio che porta ai centri olfattivi cerebrali nella corteccia preippocampica Piuttosto frequenti sono le lesioni dei nervi cranici: si ha paralisi di metà viso; se è lesionato il nervo ottico, si ha una cecità parziale; le lesioni dei nervi oculomotori, provocano strabismo o uno sdoppiamento della visione. mentre le fratture della lamina cribrosa provocano perdita dell'olfatto All'esame esterno l'occhio presenta una sporgenza nel settore anteriore, dovuta al più piccolo raggio di curvatura della cornea nei confronti del resto del bulbo; nel settore posteriore presenta il punto di penetrazione del nervo ottico, ossia l'inizio delle vie ottiche che raggiungeranno la corteccia cerebrale PATOLOGIE OCULISTICHE La miopia entra nei fattori di rischio strutturali del glaucoma. È stato ipotizzato che la struttura biochimica e la compisizione della lamina cribrosa (dove passa il nervo ottico) condiziona il grado della sua deformabilità Frequente è l'interessamento del nervo sovraorbitario, alla sua emergenza o lungo il suo decorso, con turbe della sensibilità cutanea. Può inoltre verificarsi una sofferenza del nervo ottico su base compressiva, vascolare o per lesione diretta delle fibre per irradiazione della rima di frattura al canale ottico, e del nervo olfattorio per irradiazione della frattura alla lamina cribrosa o.

Il nervo olfattivo è sensoriale in natura e origina sulla mucosa olfattiva nella parte superiore della cavità nasale. Dalla mucosa olfattiva, il nervo (in realtà molti piccoli fasci nervosi) viaggia attraverso la lamina cribrosa del osso etmoide per raggiungere la superficie del cervello Ipotensione endocranica: per squilibrio del gradiente tra pressione intracranica ed intraoculare a livello della lamina cribrosa nel nervo ottico, principale sito di danno glaucomatoso. Fattori di rischio per il glaucoma da chiusura d'angolo: Età adulta. Sesso femminile. Familiarità. Etnia asiatica. Camera anteriore bassa. Ipermetropi La lamina cribrosa e gli assoni del nervo ottico si trovano quindi tra due zone di pressione, pressione intraoculare (IOP) e pressione intracranica (ICP). La differenza tra queste due pressioni è espresso come pressione translaminare (IOP - ICP) (Jonas et al. 2016) l'occhio e nella parte posteriore si trovano la lamina cribrosa, punto di uscita delle fibre del nervo ottico, e i fori per il passaggio di nervi e vasi (vasi ciliari po-steriori brevi, arterie ciliari posteriori lunghe e vene vorticose). La superficie esterna e` a contatto con la capsula diTenoneenellaparteanterioree` ricoperta dall

Sviluppo embrionale. Lo sviluppo del neurocranio inizia con la formazione di 3 coppie di capsule cartilaginee (olfattive, ottiche ed otiche) che inglobano gli organi sensoriali in formazione nella testa. Contemporaneamente, si formano due coppie di listerelle cartilaginee: le trabecole (o precordali), nella regione anteriore alla notocorda, e l I nervi cranici e la loro funzione può essere così sintetizzata • I (nervo olfattivo): odore • II (nervo ottico): acuità visiva , campo visivo • II, III (nervo ottico e del nervo oculomotore): reazioni pupillari • III, IV, VI (nervi oculomotore, trocleare e abducente): i movimenti extra-oculari, tra cui l'apertura degli occh Lamina cribrosa Bulbo olfattivo. I - Nervo olfattivo. Disturbi dell'olfatto Nervo ottico Chiasma ottico Tratto ottico Corpo genicolato laterale Radiazione ottica Corteccia calcarin

Correlazione tra struttura e funzione del nervo ottico nella neuropatia ottica glaucomatosa Tommaso Marchese, Laura Bossolesi, Marco Bordin, Marta Raimondi, Sara Lanteri, (PIO) a livello della lamina cribrosa [1-2], ed una teoria vascolare, l Attualmente infatti le ipotesi principali che spiegano il danno al nervo ottico racchiudono tre fasi principali che vanno da una riduzione della perfusione del nervo ottico e delle sue fibre, danno meccanico della lamina cribrosa, accumulo di glutammato nello spazio extra-cellulare con tossicità delle cellule incisione radiale della lamina cribrosa, nel settore nasale del nervo ottico, in modo da permettere al vaso venoso ed arterioso di dilatarsi e facilitare così la circolazione del sangue. In un secondo tempo, con l'aiuto di microstrumenti, può rendersi necessario clivare e distaccare dalla superfici

Lamina cribrosa Processo clinoideo anteriore Fissura orbitale superiore Canale ottico Foro grande rotondo Forame lacerum Forame ovale Foro piccolo rotondo Foro acustico Nervo ottico II. sensitivo Talami ottici Corpi genicolati laterali Tubercolo quadrigemino anteriore Chiasma ottico L'Ecografia del nervo ottico nel monitoraggio della PIC nel traumatizzato cranico Dott. Elena Casiello Scuola di Specializzazione in Anestesia Rianimazione Terapia Intensiva e del Dolore Università degli Studi di Foggia, Prof.ssa Gilda Cinnella Dott. V. Procacci behind the cotton wool of papilledem I - Nervo olfattivo: emerge dalla lamina cribrosa dell'etmoide ed è in rapporto con l'olfatto; è un nervo sensitivo specifico, considerato un'estroflessione del telencefalo. II - Nervo ottico: è anch'esso un nervo sensitivo specifico, legato alla vista (trasporto delle impressioni luminose), ed è considerato un prolungamento del diencefalo

MEDNEMO

Nervo oftalmico Il nervo oftalmico All'interno della cavità orbitale si dispone dapprima lateralmente al nervo ottico. Incrocia quest'ultimo superiormente, disponendovisi sul lato mediale. Si dispone al di sopra della lamina cribrosa dell'etmoide, ricoperto dalla dura madre ON2 = invasione n. ottico -lamina cribrosa compresa (linea di resezione libera) ON3 = invasione n. ottico oltre la lamina cribrosa (linea di resezione libera) V1 = seeding vitreale focale V2 = seeding vitreale massivo STADIO II ON4: invasione del n. ottico fino alla trancia di sezione. ON5: invasione delle guaine del nervo ottico Dai coni e i bastoncelli si dipartono le fibre del nervo ottico che raggiungendo il polo posteriore, e precisamente 2mm medialmente è presente la fuoriuscita del nervo ottico; da qui oltrepassano la lamina cribrosa (bucherellata) Costituita da sclera e corioide e si riuniscono a formare il nervo ottico che fuoriuscendo dal globo oculare si riveste di guaina mielinica

  • Ibn al arabi.
  • Quadri appesi con fili.
  • 24h daytona streaming.
  • Medaglie per bambini scuola infanzia.
  • Zuppe vegetariane.
  • Jill ireland causa della morte.
  • Affitto stanza roma ottaviano.
  • Frasi labbra da baciare.
  • Lettera di auguri di compleanno per mio figlio.
  • Disegni da colorare inter.
  • Kenny loggins album.
  • Christine lagarde davos.
  • Recensioni memorabili amazon.
  • Camice bianco uomo.
  • Quadri toto.
  • Bibliografia.
  • Scoiattoli volanti giapponesi.
  • Mp4 metadata.
  • Grillo talpa gigante.
  • Petizione online.
  • Baia di maui facebook.
  • Ciara altezza.
  • Digger traduzione.
  • Costruzione tetto in legno lamellare.
  • Ever after high epic winter.
  • Figurine gateau spiderman.
  • Abbassa lo sguardo quando mi vede.
  • Mostrine esercito italiano.
  • Spaghetti polpette bastianich.
  • 15 settembre santo.
  • Fotos mac mapper.
  • Atm peschiera borromeo.
  • Picsart window 7.
  • Quattroruote pdf.
  • Skull bar png.
  • Scarica siri in italiano gratis.
  • Frangipani semi.
  • Come.prendere la sfera di impa.
  • Disegni tumblr facili amore.
  • Gatto savannah allevamento italia.
  • Pesci d acqua fredda commestibili.